Skip navigation

In media, in queste aule, il numero dei bambini e dei ragazzi con certificazione specifica è pari a 1,37 (altra cosa è la certificazione dei Disturbi specifici di apprendimento come la dislessia e la disgrafia).

Di fronte a un problema crescente, la quota dei docenti di sostegno in regime di precariato resta alto: il 37,2 per cento del totale.

Cresce, ancora, la richiesta di sostegno di fronte a bambini-adolescenti stranieri: sono il 12,5 per cento del totale quando i non italiani in classe rappresentano il 9,4.

“TROPPI DOCENTI PRECARI”

Il sindacato Anief, il primo ad esprimersi sul focus ministeriale, sottolinea questo dato: la quota di insegnanti per il sostegno a tempo indeterminato, sul totale, è pari al 62,8 per cento quando già nel 2001-2002 il rapporto si attestava sul 60,8 per cento: 87.605 maestri e professori hanno un contratto a tempo indeterminato, 51.949 un contratto annuale.

Advertisements

Il meccanismo alla base del movimento delle dita, della forza e del tipo di presa dipende dal sistema Dynamic Adaptive Grasp (Dag) brevettato dal team Iit–Inail, che conferisce alla mano la capacità di afferrare gli oggetti adattandosi alla loro forma e di resistere alle eventuali sollecitazioni esterne, con l’obiettivo di replicare la gestualità e la funzionalità di una vera mano.

Il pollice, in particolare, è orientabile in tre diverse posizioni e rende possibili i tipi di prese necessarie nella vita di tutti i giorni come il manipolare oggetti di piccole dimensioni, penna o chiodo che sia, ma anche sollevare pesi fino a 15 chili.

Il sistema di controllo di Hannes è di tipo mioelettrico, sfrutta gli impulsi elettrici che provengono dalla contrazione dei muscoli della parte residua dell’arto, e implementa strategie basate su algoritmi di intelligenza artificiale.

Per garantire il massimo livello di personalizzazione, il Rehab Technologies Lab ha realizzato un software che si collega alla mano robotica via Bluetooth e consente di calibrare i suoi parametri di funzionamento in base alle esigenze e alle caratteristiche di chi la indossa.

RIVOLTA D’ADDA – Migliaia di tifosi hanno gremito la chiesa di Santa Maria e San Sigismondo e la piazza centrale di Rivolta d’Adda, in provincia di Cremona, per l’ultimo saluto ad , il tecnico lombardo morto due giorni fa a 71 anni dopo una lunga battaglia contro un tumore all’addome.

Nella folla di migliaia di persone c’era anche un paio di tifosi con una sedia brandita in aria (un’altra da cucina è stata esposta a una finestra in un palazzo davanti alla chiesa), in ricordo della contro l’arbitro nella finale di coppa Uefa del ’92 tra Torino e Ajax, una delle immagini icona della carriera dell’allenatore.

IL FUNERALE SI CHIUDE SULLE NOTE DI ‘IO VAGABONDO’ – Si è concluso sulle note di ‘Io vagabondo’ il funerale e il feretro all’uscita dalla basilica è stato salutato da un lungo applauso della folla, fra bandiere sventolanti, fuochi d’artificio e fumogeni accesi dagli ultrà dell’Atalanta.

CAIRO: “ERA SPONTANEO, GENUINO E UN PO’ RIBELLE” – Al funerale di Emiliano Mondonico più di un tifoso gli ha reso omaggio levando in aria una sedia, in ricordo della sua celebre protesta divenuta simbolo del ‘granatismo’, come ha convenuto anche il presidente del Torino, Urbano Cairo.

Una nuova unità destinata alla programmazione per sincronizzare meglio frequenze e contenuti, specialmente negli ambienti di realtà virtuale

Il sindaco Gnassi: “Un’offesa per la città e la comunità ”. L’Anpi: “Mai più fascismi, non ci fanno paura”

Uno studio condotto da un’équipe internazionale di scienziati conferma il luogo comune secondo il quale uomini già “scelti” da altre donne piacciono di più….

Gli strumenti da soli non fanno l’educazione, ma possono incentivarla. Google ha rimosso dalle sue opzioni il comando “vedi immagine”, all’interno dei risultati di ricerca: quello, in sostanza, che consentiva di visualizzare l’immagine in una finestra a parte, estrapolandola dal contesto.

Read More »

Ha trascorso gli ultimi quattro anni in carcere e agli arresti domiciliari. In caso di sentenza definitiva potrebbe dover tornare in carcere

%image%

La gara premia Namira – Cronaca – Gazzetta di Mantova

Cerca su Gazzetta di Mantova

01578251009 – Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di

È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l’adattamento totale o parziale.

La vittima, soprannominata “Il principe”, era molto conosciuta e amata nella zona.

%image%