Skip navigation

Tag Archives: per

con i suoi consiglieri per la sicurezza nazionale dopo una fine

anno che ha visto crescere l’allarme terrorismo nel Paese.

fallito attentato di Natale sul volo Amsterdam-Detroit, le

preoccupazioni per lo Yemen con la conseguente chiusura

dell’ambasciata ma anche le falle nella sicurezza negli

aeroporti nonostante l’inasprimento dei controlli saranno i

parteciperanno il segretario di Stato Hillary Clinton, il

segretario alla Difesa Robert gates, il segretario alla

sicurezza nazionale Janet Napolitano, il direttore della Cia

Leon Panetta, il direttore dell’Fbi Robert Mueller e il

consigliere per la sicurezza James Jones.

Source: Continue reading »

Ricordate, quest’estate, la «foto della vergogna» pubblicata da Repubblica con una prostituta nigeriana picchiata dai vigili urbani di Parma e abbandonata, priva di sensi, in una cella? Ha fatto il giro del mondo, e qui da noi ha sollevato polemiche politiche e violente accuse di razzismo. Bene. Oggi si scopre che le cose, molto probabilmente, andarono in modo diverso. A rivelarlo è una testimone oculare, una «collega» della ragazza di colore, finita pure lei nella retata anti-prostituzione dei vigili urbani dell’8 agosto scorso. Ecco il suo verbale d’interrogatorio del 21 agosto: «Sono in Italia da diversi anni, ho regolare permesso di soggiorno, sono solita esercitare la prostituzione in via La Spezia (…). La sera dell’8 agosto sono stata fermata da un’autovettura della Municipale (…). Mentre mi trovavo nei loro uffici ho sentito arrivare alcuni vigili con una donna di colore seminuda che strillava a più non posso, tirava calci contro il personale nel tentativo di liberarsi. Mi sono spaventata perché temevo che la donna, se fosse riuscita a liberarsi, potesse prendersela con noi ragazze bianche poiché credono che noi siamo privilegiate e che non ci mandano via, e non è vero. Io comunque mi sono messa dietro un agente fino a quando non è stata chiusa nella camera di sicurezza. Prima che fosse rinchiusa, quella donna oltre a prendersela con gli agenti, sbatteva le testa contro il muro e si picchiava da sola forse per accusare i vigili di averla picchiata.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=295180

«L’emergenza è finita, l’ordinanza sta dando risultati sorprendenti e girando per le strade di Roma si vede un clima diverso». Il sindaco Gianni Alemanno lo ha detto durante la registrazione della trasmissione «Porta a Porta» andata in onda ieri sera su RaiUno. Alemanno ha ricordato «i risultati materiali ottenuti» e cioè circa 400 tra denunce e fermi, ma soprattutto, il cambiamento della situazione: «Eravamo in uno stato di assoluta emergenza perché sulle consolari c’era una scena indegna che colpiva in maniera fortissima chiunque passasse. Oggi quelle strade hanno un volto diverso. In pochi giorni la situazione in città è completamente cambiata». Ricordando che l’ordinanza è un anticipo rispetto al disegno di legge presto al vaglio del parlamento, Alemanno ha spiegato che «secondo le risultanze della squadra mobile gran parte delle prostitute sta emigrando all’estero, altre si sono ritirate perché stanno cercando altri modi per esercitare questo mestiere. Non ci illudiamo di aver risolto il problema». Anche Marino si è attrezzata con un’ordinanza per contrastare il fenomeno della prostituzione. Il sindaco, Adriano Palozzi, ha infatti firmato un provvedimento che, prendendo le mosse dall’ordinanza di Alemanno, vieta la sosta degli autoveicoli nelle zone del territorio comunale frequentate dalle prostitute e fa divieto «di assumere atteggiamenti, comportamenti, ovvero indossare abbigliamenti che manifestino in modo non equivoco la finalità di adescamento o esercizio dell’attività di meretricio».

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=295323

Anche se i paragoni fra calciatori di epoche diverse lasciano il tempo che trovano, azzardiamo che Silvio Piola è stato il più forte attaccante italiano di tutti i tempi. Più di Giuseppe Meazza, col quale giocò insieme in Nazionale formando un attacco straordinario e più di Gigi Riva, che resta comunque il marcatore-recordman in azzurro (35 reti). L’attaccante piemontese di Robbio (classe 1913) ha veramente segnato un’epoca e la mostra «Silvio Piola il senso del gol» non fa che restituire al centravanti che giocò anche con la maglia della Lazio quella visibilità che non ebbe perché il football, seppure già sport nazionale, non riceveva in quegli anni le attenzioni di oggi. La mostra, che sarà inaugurata il 3 ottobre nella sede della Regione Piemonte a Roma, mostrerà le immagini dell’uomo e del calciatore, dagli esordi della carriera, nel 1920, al 1996, anno della scomparsa. In primo piano le fotografie, in gran parte tratte dall’archivio della famiglia: immagini di gioco, ma anche di vita privata. E non mancheranno istantanee tratte dalle pubblicazioni del tempo, oltre alle maglie di Piola, che esordì nel 1930, diciassettenne, con la divisa della Pro Vercelli per approdare successivamente alla Lazio nel 1934; poi il Torino, la Juventus e la fine della carriera nel 1954 con il Novara. Per la cronaca, Piola è stato l’attaccante più prolifico della storia del calcio italiano con 395 gol segnati in gare ufficiali e resta il sesto calciatore con più presenze in serie A (537).

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=294323