Skip navigation

Tag Archives: obama

con i suoi consiglieri per la sicurezza nazionale dopo una fine

anno che ha visto crescere l’allarme terrorismo nel Paese.

fallito attentato di Natale sul volo Amsterdam-Detroit, le

preoccupazioni per lo Yemen con la conseguente chiusura

dell’ambasciata ma anche le falle nella sicurezza negli

aeroporti nonostante l’inasprimento dei controlli saranno i

parteciperanno il segretario di Stato Hillary Clinton, il

segretario alla Difesa Robert gates, il segretario alla

sicurezza nazionale Janet Napolitano, il direttore della Cia

Leon Panetta, il direttore dell’Fbi Robert Mueller e il

consigliere per la sicurezza James Jones.

Source: Continue reading »

Annunci

Gli Stati Uniti potrebbero cosi’ trovare sotto l’albero di Natale un prezioso regalo, ovvero la possibilita’ della copertura sanitaria per i 30 milioni di americani che ne erano privi, e Barack Obama festeggiare il piu’ grande risultato della propria presidenza.

Non sono previste particolari sorprese: i 58 senatori democratici e due indipendenti daranno ad Obama i 60 voti necessari per l’approvazione della legge che dovra’ aspettare l’unificazione del testo gia’ approvato dalla Camera e la firma del presidente per il varo ufficiale.

Questi due documenti differiscono, infatti, in numerosi punti e i sostenitori di Obama sperano di poter spingere il piu’ possibile la versione dell’House of Representative.

”Considerando quanto sia stato difficile il processo, sono orgoglioso di cio’ che abbiamo ottenuto e fortemente grato per il supporto ricevuto”, ha detto Obama ieri nel corso di un’intervista commentando proprio la storica riforma che da 70 anni i democratici cercano di far approvare.

Source: Continue reading »

L’«abbronzato»Una telefonata non si nega a nessuno. Soprattutto se si evitano le battute. L’Italia è nel G8 ma Barack Obama si è sentito con il nostro premier dopo aver sentito quelli di Polonia e Slovenia. Come schiaffo diplomatico non è male. Prima telefonata tra il presidente eletto degli Stati Uniti Barack Obama ed il premier Silvio Berlusconi e subito la conversazione entra nel vivo, affrontando la preparazione del prossimo G8 di luglio che si svolgerà alla Maddalena, in Sardegna, con la presidenza italiana. Nessun accenno, riferiscono fonti di palazzo Chigi, alle polemiche di questi due giorni nate dalle dichiarazioni di Berlusconi sull«’abbronzatura» di Obama. Oltre a Silvio Berlusconi, sono altri cinque i leader mondiali con i quali Barack Obama ha avuto colloqui telefonici. Lo ha annunciato l’ufficio del neo-eletto presidente statunitense, che si insedierà il 20 gennaio. Obama ha parlato con il presidente egiziano Hosni Mubarak, il presidente pachistano Asif Ali Zardari, il presidente polacco Lech Kaczynski e il premier dello stesso Paese Donald Tusk, il re saudita Abdullah e il primo ministro spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero. Giovedì Obama ha ricevuto le congratulazioni di nove tra presidenti e primi ministri, ricambiando le telefonate dei leader mondiali che lo avevano contattato dopo la vittoria nell’election day. La crisi finanziaria globale è uno tra gli argomenti che Obama ha discusso con gli alleati internazionali e che affronterà durante la sua amministrazione.

Fonte: http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=80670